Menu Chiudi

Le cantine
Montresor

Identità e stile uguale a nessun altro

scroll

Nel 1892 Giacomo Montresor fondò le Cantine Giacomo Montresor dando vita ad una produzione che, da allora e fino ad oggi, è espressione identitaria delle proprie origini: un’identità e uno stile uguale a nessun altro.

Scopri la storia delle cantine Montresor

Scopri la storia

Vigneti

Cantine Giacomo Montresor raccoglie le proprie uve da 40 ettari vitati, cuore dell’azienda lavorati da sempre con dedizione e rispetto.

Uve

Dalle terre che ospitano i vigneti autoctoni Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara si esprime il carattere unico di un territorio già anfiteatro naturale che favorisce la produzione di vini di grande spessore e rigore

IL METODO

L'Appassimento

Un metodo unico e antichissimo, che da secoli ha caratterizzato questo territorio e i suoi vini. La tecnica conosciuta e praticata fino ad oggi ha fatto nascere vini pregiati come il Recioto DOCG e l’Amarone DOCG, corposi e memorabili. Le uve raccolte a mano nel mese di settembre, vengono adagiate in piccole casse per iniziare il processo di appasimento naturale, che durerà per circa tre mesi. I grappoli si disidratano poco a poco perdendo un terzo del loro peso, aumentando la concentrazione degli zuccheri, dei polifenoli e dei tannini, prima della loro pigiatura finale.

Le degustazioni

Ospitalità e Accoglienza: La scelta dell’Azienda è quella di aprire le porte della cantina per far scoprire agli ospiti il vino, la sua storia e il suo territorio. L’ospitalità per Montresor è divenuta parte integrante della filosofia aziendale e significa: visita della cantina, dall’impianto di pigiatura e fermentazione, all’antico fruttaio per l’appasimento, alle cantine sotterranee per l’invecchiamento e l’affinamento dei grandi vini. Al termine della visita segue una degustazione guidata con abbinamenti dei vini a salumi e formaggi tipici del territorio.

wineshop@vinimontresor.it